Spettacoli

TERAMO - Chiesa di Sant'Antonio
Giovedì 23 settembre 2021 ore 21

Federica Iannella

J. L. Krebs (1713-1780)
Fantasia à gusto italiano BWV 422

J. S. Bach (1685-1750)
Fantasia e fuga in c minor BWV 537

A. G. Ritter (1811-1885)

Orgelsonate n.1 in re min. op. 11
Allegro - andante - allegro - andante con moto - allegro


R. Wagner (1813-1883)
Pilgerchor aus Tannhäuser (trascrizione di Franz Liszt)
Andante maestoso

        
G. Pierné (1863-1937)
da “Trois Pièces” op. 29  Prelude in sol

A. Guilmant (1837-1911)

dalla Sonata n. 1 op. 42
Introduzione e allegro


Federica Iannella è nata e vive a Senigallia, dove dal 2002 è organista titolare presso la Chiesa Santa Maria della Neve. Ha svolto i suoi studi musicali presso i conservatori “G. Rossini” di Pesaro diplomandosi in Organo e composizione organistica, “A. Pedrollo” di Vicenza conseguendo cum laude il diploma accademico di II livello, sotto la guida del M° Roberto Antonello.
Parallelamente agli studi organistici ha frequentato il corso di Musicologia presso la facoltà di Lettere e Filosofia dell’università di Bologna, dove si è laureata col massimo dei voti in Filosofia della Musica.
Ha approfondito lo studio della prassi esecutiva organistica frequentando i corsi semestrali di “Interprete di musica per organo” presso l’Accademia di musica Italiana per organo di Pistoia. Ha partecipato inoltre ad altri corsi di perfezionamento con i docenti L. Lohmann, M. Radulescu, H. Vogel, J. Van Oortmerssen, E. Kooiman, B. Leighton, J. Laukvik. Si è perfezionata con Zerer ad Amburgo. Ha al suo attivo numerosi concerti, come solista, in duo, a quattro mani, in formazioni corali ed orchestrali, esibendosi regolarmente in prestigiosi festival italiani e stranieri (Germania, Francia, Belgio, Austria, Repubblica Ceca, Svizzera, Polonia, Spagna, Città del Messico, Slovacchia, Stati Uniti e Russia).
Ha inciso numerosi Cd, tra cui, in prima esecuzione mondiale, l’opera omnia delle Sonate a quattro mani di Giovanni Morandi (Tactus 2006 - 2012), le Sinfonie per organo a quattro mani di Gioachino Rossini (Tactus 2009), che si è aggiudicato le cinque stelle della rivista “Musica” settembre 2009, ottenendo il primo posto della classifica classica/ strumentale al XXX premio della critica, le Sinfonie di Giuseppe Verdi per organo a quattro mani (Tactus 2015), recensito migliore disco del mese da MusicWeb International e le Trascrizioni operistiche per organo di Giovanni Morandi (Tactus 2016).
Le sue esecuzioni sono state definite “musicali, ricche di temperamento e di vivacità espressiva con talento per l’arte della registrazione”; “Early Music Review” riconosce in Federica Iannella un’eccellente interprete della musica teatrale del XIX secolo.
Particolarmente interessata alla ricerca e alla trascrizione di partiture manoscritte, ha pubblicato per la casa editrice Armelin di Padova il VI volume delle opere da tasto di B. Galuppi e 2 volumi sulle Sonate a quattro mani di Giovanni Morandi.
Membro di giuria in concorsi organistici, ha tenuto conferenze a carattere storico - musicologico e nel dicembre 2010 è stata invitata dall’Accademia barocca di Città del Messico, come docente del corso sulla musica organistica italiana dal XVI al XVIII secolo.
Impegnata nel recupero e nella valorizzazione del patrimonio organario, Federica Iannella ha promosso il restauro di numerosi organi antichi presenti nella regione Marche. E’ direttore artistico del FOI città di Senigallia e dell’Ottobre organistico della città di Mantova, dove è docente di Organo presso il Conservatorio “L. Campiani”.