Spettacoli

TERAMO - Teatro Comunale
Lunedì 14 ottobre 2019 ore 21
pianoforte, direttore

North Czech Philharmonic Orchestra
Leonardo Pierdomenico, Alfonso Scarano

F. Chopin Concerto n. 1 op.11 in mi min. per pianoforte e orchestra
L.V. Beethoven Sinfonia n. 3 op. 55 “Eroica”

Vincitore del “Raymond E. Buck” Jury Discretionary Award al prestigioso concorso pianistico internazionale “Van Cliburn” 2017, Leonardo Pierdomenico è uno degli artisti più interessanti della sua generazione. Viene accolto dalla critica internazionale come “un pianista in cui la spiccata capacità tecnica e la cura del suono si sposano con immaginazione ed inesauribile, scrupolosa musicalità” (Grampohone UK) capace di “catturare l’attenzione degli ascoltatori senza che essi se ne rendano conto” (Radio Télévision Belge Francophone). Comincia a imporsi sul panorama internazionale durante lo storico “Concours Reine Élisabeth” nell’edizione 2016, dove la sua prova semifinale solistica verrà poi selezionata per far parte del disco con le migliori esecuzioni dei finalisti e pubblicata dall’etichetta Harmonia Mundi.
E’ inoltre il vincitore della 28esima edizione del Premio Venezia al teatro La Fenice a soli 18 anni, risultando il miglior pianista diplomato dei conservatori italiani e ricevendo nella stessa occasione la Medaglia di bronzo dal Presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano e la targa del Senato della Repubblica per meriti artistici.
Si esibisce al fianco di orchestre del calibro della Fort Worth Symphony, dell’Orchestre Royal De Chambre de Wallonie, dell’Orchestra sinfonica del Teatro La Fenice, dell’Orchestra Verdi di Milano e della Wuhan Philarmonic Orchestra e di direttori quali Nicholas McGegan, James P. Liu, Paul Meyer e Diego Matheuz tra gli altri. Nel 2019 è protagonista di una tournèe in Germania con la Nordwestdeutsche Philharmonie diretta da Yves Abel e della singolare esperienza dell’esecuzione del Concerto n.2 Op.83 di Brahms senza direttore, concertata dall’orchestra da camera del Colibrì Ensemble. In occasione dell’inaugurazione della nuova Orchestra Filarmonica di Milano (La Fil), ha collaborato in formazione da camera con partner quali Francesco De Angelis (spalla del Teatro alla Scala), Carlo Parazzoli (spalla dell’orchestra di Santa Cecilia), Andrea Favalessa (primo violoncello dell’Orchestra dei Pomeriggi Musicali di Milano) e Roberto Tarenzi (quartetto Borciani).
Leonardo è ospite, in veste di solista, delle principali istituzioni italiane ed estere, tra le quali: la Società dei Concerti di Milano nella sala Verdi del Conservatorio, l’Accademia nazionale di Santa Cecilia nell’auditorium Parco della musica di Roma, il Konzerthaus di Berlino, il Flagey di Bruxelles, il Festival Chopin de La Scala di Parigi, la Bass Hall di Fort Worth (TX) negli USA, la Qin’tai concert hall di Wuhan in Cina, la sala grande del Teatro La Fenice di Venezia, il Bologna Festival, l’Accademia Filarmonica Romana, le Settimane musicali al teatro Olimpico di Vicenza, la Fazioli Concert Hall.
Sue registrazioni sono state trasmesse da emittenti web come la prestigiosa Medici.tv e radiotelevisive come RTBF(Belgio), Rai 3, Rai radio 3, KUSC California: nel 2014 si è esibito in diretta in un recital solistico nella rassegna de I concerti del Quirinale di Radio 3 nella cappella Paolina del palazzo del Quirinale. Con la stessa Radio3 ha collaborato all’integrale delle sonate di Beethoven realizzato dall’ Accademia Filarmonica Romana e all’integrale delle Goyescas di E. Granados nella cornice del programma “La stanza della musica”. Nel 2018 si è reso inoltre uno dei protagonisti della trasmissione radiofonica Génération Jeunes Interprètes su Francemusique con un recital in diretta dallo studio 106 di RadioFrance a Parigi.
Il suo debutto discografico, dedicato ad opere di Franz Liszt e pubblicato dall’etichetta discografica olandese Piano Classics, è stato accolto positivamente da pubblico e critica, guadagnando la prestigiosa Editor’s Choice della rivista di settore inglese Gramophone come uno dei migliori dischi del settembre 2018 ed una delle sette nominations per il Preis der Deutschen Schallplattenkritik (il prestigioso premio della critica musicale nazionale tedesca) quale miglior disco dell’anno 2018.
Leonardo si diploma al conservatorio “L. D’Annunzio” di Pescara all’età di 17 anni con il massimo dei voti, la lode e la menzione d’onore, per poi proseguire il suo percorso di studi alla Scuola di Musica di Fiesole, dove ottiene un diploma di perfezionamento pianistico sotto la guida del M° Pietro De Maria; fondamentali per la sua formazione sono stati anche gli incontri con la leggendaria Maria Tipo. Nel 2017 conclude il master di perfezionamento pianistico dell’ Accademia Nazionale di S. Cecilia di Roma nella classe del M° Benedetto Lupo, ottenendo il massimo dei voti e la lode. Nel 2015 è stato inoltre selezionato tra i sei pianisti partecipanti al premio Arturo Benedetti Michelangeli e alla prestigiosa masterclass con il M° Daejin Kim alla Piano Academy Eppan e nel 2016 è vincitore di borsa di studio per frequentare la Music Academy of the West in California, collaborando con Maestri del calibro di Jeremy Denk, Jean-Yves Thibaudet, Jerome Lowenthal, Julian Martin e Leon Fleisher. Attualmente continua la sua formazione attraverso le masterclass del M°Benedetto Lupo ed i corsi del M°Alessandro Deljavan.

Dal 2017 Alfonso Scarano è il Direttore Principale della Thailand Philharmonic Orchestra a Bangkok dopo essere stato direttore ospite per sei anni consecutivi dal 2011. In precedenza è stato Direttore Principale della North Czech Philharmonic Orchestra (Severočeská Filharmonie Teplice) dal 2013 al 2018, Direttore Ospite Principale dei Virtuosi di Praga (Repubblica Ceca) dal 2000 al 2010 e Direttore Musicale del Toscana Opera Festival, il circuito lirico estivo della Toscana, dal 2006 al 2008. Vincitore del primo premio al V Concorso Internazionale per Direttori d’Orchestra Bottega 1993 del Teatro Comunale di Treviso, del primo premio al IV Concorso per Direttori d’Orchestra della Comunità Europea Franco Capuana 1997 di Roma, del secondo premio (primo e terzo non assegnati) al I Concorso Internazionale per Direttori d’Orchestra Luigi Mancinelli 2005 del Teatro Mancinelli di Orvieto e vincitore della borsa di studio per il corso Giovani Direttori d’Europa 2003 tenuto da Daniele Gatti presso la Scuola di Musica di Fiesole. Tra le numerosissime orchestre dirette si segnalano l’Orchestra del Teatro Regio di Parma, Orchestra del Teatro Petruzzelli di Bari, Orchestra Haydn di Bolzano e Trento, Jerusalem Symphony Orchestra in Israele, New Russia State Symphony Orchestra presso la sala Tchaikovsky di Mosca, Orchestra Sinfonica Nazionale della Radio Ucraina di Kiev, Daejeon Philharmonic Orchestra in Corea del Sud, IDSO Istanbul State Symphony Orchestra in Turchia, Savaria Symphony Orchestra in Ungheria, Orquestra Sinfonica de Porto Alegre in Brasile, Helsingborg Symphony orchestra in Svezia, Prague Philharmonia in tour con Mischa Maisky e le più importanti orchestre della Repubblica Ceca.
Fondata nel 1838, dalla fine del XIX secolo la North Czech Philharmonic Teplice si esibisce regolarmente in concerti di musica sinfonica con direttori e solisti di fama internazionale. A Teplice si esibiscono le più importanti personalità della scena musicale mondiale come i direttori Eugen d'Albert, Richard Strauss, i pianisti Ferruccio Busoni, Conrad Ansorge, Emil Sauer, Ernö Dohnányi, Frederic Lamond, i violinisti Pablo de Sarasate, Eugene Ysaye, Bronislav Hubermann, Fritz Kreisler, Alexander Pečnikov, Henri Marteau, i violoncellisti David Popper, Julius Klengel, Hugo Becker, Anton Hekking, i cantanti Lili Lehmann, Ernestine Heineke-Schumann. Tra i molti direttori ospiti: Siegfried Wagner, Alexander Zemlinsky e Felix von Weingartner. A Teplice hanno suonato tutti i più famosi violinisti cechi da Jiří da Slavik a Jan Kubelik. L'attività dell'orchestra si conclude alla fine della seconda guerra mondiale con la chiusura del Teatro Tedesco.
Nel 1948 viene fondata un'altra orchestra: la City Spa Orchestra. Si succedono un gran numero di direttori come Miloslav Bervíd, Bohumil Berka, Martín Turnovský, Libor Pesek e Vladimir Valek. Nel 1972 Jaroslav Soukup diventa direttore principale ed amplia l’organico dell'orchestra, che dal 1979 cambia la denominazione in North Czech State Philharmonic. Nel novembre del 1989 Jan Štván diventa direttore principale e nel 1991 viene sostituito da Tomáš Koutník. Sotto la sua guida è stata realizzata una registrazione di tutte le sinfonie di Franz Shubert in 4 cd.
Nell'estate del 1997 diventa direttore principale il giovane direttore d'orchestra canadese Charles Olivieri-Munroe della Filarmonica di Stato di Brno.
Charles Olivieri-Munroe attira personaggi famosi di tutto il mondo tra cui la principessa di Monaco e la pianista Caroline Murat. La sua attività trova il suo culmine in un concerto a Monte Carlo nel 1999 alla presenza di personalità di spicco della scena internazionale. Durante questo concerto, i cui proventi sono stati dedicati alla Fondazione Weizmann, si esibisce il celebre violinista Maxim Vengerov. Il direttore d'orchestra Charles Olivieri-Munroe ha diretto le orchestre più importanti del mondo ed ha ricevuto il primo premio come direttore d'orchestra al Festival Internazionale Primavera di Praga.
Dal 2001 la Filarmonica Ceca amplia la sua attività anche all'estero. Nel 2004 l'orchestra esegue 140 concerti, 52 dei quali all'estero. Sono più di 400000 gli spettatori in Germania, Italia, Austria, Spagna, Svizzera, Monaco, Francia, Belgio, Danimarca, Portogallo, Croazia, Slovenia, Ungheria, Slovacchia, Serbia, Malta. I critici stranieri hanno sottolineato soprattutto la composizione giovanile dell'orchestra e la qualità artistica delle sue esecuzioni. La Filarmonica comincia ad esibirsi in centri culturali europei, come a Monaco, Berlino, Basilea, Parigi, Valencia, Lisbona, Belgrado, Budapest, Zagabria, Lubiana, Bordeaux, Tolosa, Grenoble, Madrid, La Valletta. Nel 2006 l'orchestra inizia a collaborare con la prestigiosa agenzia Columbia Artists Managemant Inc. di New York e realizza numerosi concerti e progetti.
L'ultimo progetto è stata una tournèe in Germania con la Sinfonia il Signore degli Anelli di Howard Shore. I successi all'estero contribuiscono alla fama dell'orchestra che si esibisce regolarmente sui palchi più importanti di Praga e di altre città ceche. Nel maggio del 2007 la North Czech Philharmonic Teplice tiene un concerto alla Dvorak-Hall del Rudolfinum di Praga nell'ambito del prestigioso Festival Primavera di Praga riscuotendo entusiastici consensi.
L'enfasi artistica si concentra a Teplice, con l'obiettivo principale di dare un contributo alla vita culturale di questa città. Grazie alle numerose collaborazioni all'estero la Filarmonica Ceca è solita invitare famosi artisti stranieri a Teplice. L'orchestra non dimentica i giovani ai quali dedica numerosi concerti.
Alla Filarmonica Ceca è affidata l’organizzazione del Festival di Musica Ludwig van Beethoven, che è stata fondato nel 1964. Dal 2004 il numero di concerti nell’ambito del festival è stata ampliato da 5 a 21 concerti da camera e concerti sinfonici in 12 città della regione. Grazie alla sua ricca attività artistica la North Czech Philharmonic Teplice è diventata un'istituzione culturale molto significativa della città di Teplice e dell'intera regione.
Dal 1997 al 2012 il canadese Charles Olivieri Munroe è stato Chief Conductor.
Nel 2013 l’italiano Alfonso Scarano è stato nominato Chief Conductor, posizione che ha mantenuto fino al 2018.