Spettacoli

TERAMO - Sala Polifunzionale della Provincia
Venerdì 24 marzo 2017 ore 21
contrabbasso, pianoforte

Attilio Zanchi
Carlo Guaitoli

“Piani alterni”
J. S. Bach Preludio in mi minore BWV855
A. Siloti Trascrizione del Preludio di Bach BWV855a
Guaitoli / Zanchi Improvvisazione su Preludio BWV855 di J. S. Bach
F. Chopin Preludio in do minore op. 28 n. 20
Guaitoli / Zanchi Improvvisazione su Preludio di F. Chopin
R. Schumann da Carnaval op. 9: Chopin
Guaitoli / Zanchi Improvvisazione su Chopin di R. Schumann
F. Chopin Studio op. 10 n. 6
D. Friedman Chopin-Esque (su Chopin Studio op. 10 n. 6)
F. Poulenc / Guaitoli / Zanchi Improvvisazione su Sonata per clarinetto e pianoforte: Romanza
A. Ginastera  Danza de la moza donosa
Guaitoli / Zanchi Improvvisazione su Danza de la moza donosa
F. Gulda Sonatina

“Piani alterni”

Il progetto che ha inaugurato il nuovo Auditorium dell’Amiata Piano Festival nel 2015 è un viaggio tra interpretazione e improvvisazione, tra scrittura e creazione estemporanea. Utilizzando materiale del repertorio concertistico colto, ne verrà prima proposta le versione originale per pianoforte e poi verrà utilizzato il brano stesso come traccia per l’improvvisazione risultando a volte quasi irriconoscibile perché modificato nella connotazione stilistica, nel linguaggio utilizzato. Verrà mantenuto lo scheletro dell’opera e verrà utilizzato un po’ come gli standards jazzistici ottenendo risultati sorprendenti. Il tutto al fianco di uno dei grandi maestri del jazz italiano Attilio Zanchi.

Carlo Guaitoli compie gli studi musicali al Conservatorio di Verona proseguendoli all’Accademia Nazionale di S. Cecilia di Roma sotto la guida di Sergio Perticaroli.  Debutta giovanissimo con l’Orchestra dell’Arena di Verona, affermandosi poi ai primi posti in numerosi concorsi internazionali tra i quali “A. Casagrande” di Terni, “F. Busoni” di Bolzano, “A. Rubinstein” di Tel Aviv, “International Music Competition of Japan” di Tokyo, “Unisa International Music Competition” di Pretoria, Concorso Internazionale “Città di Porto”. La sua attività concertistica lo porta ad esibirsi regolarmente nei più importanti centri italiani ed europei, in Giappone, Stati Uniti, Canada, Israele, Cina, Sud Africa dove appare come solista con prestigiose orchestre, tra cui Israel Philharmonic Orchestra, Concertgebouw Chamber Orchestra, Tokyo Symphony Orchestra, Johannesburg Philharmonic Orchestra, Cape Town Philharmonic Orchestra, Edmonton Symphony Orchestra, Filarmonica di Stoccarda, Orchestra della Radiotelevisione di Zagabria, Orchestra Sinfonica Siciliana, Orchestra Sinfonica Abruzzese, Orchestra di Padova e del Veneto, Orchestra Haydn di Bolzano e Trento, Filarmonica  A. Toscanini, I Virtuosi Italiani. Ha collaborato con il pianista ungherese Tamas Vasary in una tournée con l’ Israel Chamber Orchestra. Regolarmente invitato in Giappone e in Cina, nel 2011 si esibisce all’ Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma in occasione delle celebrazioni lisztiane e nel 2012 è uno dei protagonisti al Festival Pianistico Internazionale di Brescia e Bergamo. Nel 2015 si esibisce a Dublino, Amsterdam, Parigi, Londra, Barcellona, Toronto e viene invitato dalla prestigiosa New York University a tenere una Master Class e un recital a New York.  Nello stesso anno appare come solista in numerose stagioni concertistiche italiane, tra cui quelle della Società Barattelli di L’Aquila, dell’ Università Bocconi di Milano e dell’ Amiata Piano Festival, concerto quest’ultimo trasmesso integralmente su Rai Radio3. Come camerista ha collaborato con il violoncellista russo Alexander Kniazev, il Quartetto d’archi della Scala, il Quintetto Bibiena, il Nuovo Quartetto Italiano.  Ha registrato per Universal Music, Sony Music, EMI, Brilliant Classics, per la rivista musicale Suonare News e alcune sue interpretazioni pianistiche sono incluse nelle colonne sonore dei film “Perduto Amor” e “Musikanten” di Franco Battiato e “Padri e Figlie” di Gabriele Muccino con musiche di Paolo Buonvino.
Recentemente è stato pubblicato un CD da Brilliant Classics nel quale interpreta il Magnificat per pianoforte e orchestra di Cristian Carrara con l' Orchestre Symphonique et Lyrique de Nancy diretta da Flavio Emilio Scogna. Accanto alla formazione accademica ha sempre coltivato l’interesse per l’improvvisazione e per i diversi linguaggi musicali contemporanei. Da circa venti anni è stretto collaboratore di Franco Battiato; al suo fianco ha registrato numerosi dischi sia come pianista che come direttore alla guida di prestigiose orchestre come la Royal Philharmonic Orchestra e l’English Chamber Orchestra.  Altri nuovi progetti lo vedono al fianco del contrabbassista jazz Attilio Zanchi (Piani alterni) e del violoncellista e compositore Lamberto Curtoni (Sacral Poetry). E’ direttore artistico della Stagione concertistica del Teatro Comunale di Carpi e del Concorso Internazionale Pianistico “A. Casagrande”  di Terni.

Attilio Zanchi nizia lo studio del contrabbasso nel 1978 dopo diverse esperienze effettuate nei più diversi generi musicali.  Frequenta per due anni i corsi di Jazz del Conservatorio di Milano sotto la guida di Giorgio Gaslini e per tre la scuola Civica. Nel 1979 entra a far parte dell'"Open Form Trio" con P. Bassini e G. Prina. Nel 1980 ottiene una borsa di studio presso la "University of Fine Arts" di Banff (Canada) e presso il "Creative Music Studio" di Woodstock (USA) dove perfeziona lo studio del contrabbasso con Dave Holland ed improvvisazione con Karl Berger, George Lewis, Sam Rivers, Jimmy Giuffré, Ed Blackwell, Lee Konitz, Kenny Wheeler, Jack de Johnette e John Abercrombie con i quali suona anche in vari concerti.  Nel 1981 suona al Woodstock Jazz Festival con Baikida Carrol, Julius Hemphill, Ed Blackwell, NanaVasconcellos, Collin Wallcot, Dewey Redman e Howard Johnson e con la "Woodstock Workshop Orchestra". Al suo ritorno in Italia entra a far parte del "Milan Jazz Quartet" ed inizia la collaborazione con il gruppo di Franco D'Andrea e Paolo Fresu con il quale suona tuttora. Con questi artisti incide diversi dischi, alcuni dei quali premiati dalla critica come "migliori dischi dell'anno" e svolge numerose tourneé in tutto il mondo suonando nei Festival Jazz più importanti in USA, Canada, Australia, Africa, Russia e in tutta Europa.  Contemporaneamente suona con moltissimi celebri jazzisti americani ed europei in tour, registrazioni, concerti e session tra i quali Lee Konitz, Tony Scott, Sam Rivers, Joe Farrel, Slide Hampton, Harry Sweet Edison, Mal Waldron, Bobby Watson, Dave Liebman, Al Cohn, Gerry Mulligan, Sal Nistico, Lew Tabackin,Jimmy Knepper, Bob Berg, Louis Hayes, Don Cherry, Roy Hargrove, Chick Corea, Peter Erskine,John Surman, Eddie Lockjaw Davis, Pierre Favre, Phil Woods, John Stowell, Steve Lacy, Gary Burton, Milt Jackson, Sheila Jordan,Mark Murphy, Trilock Gurtu, Nancy King, David Linx, Tom Harrell, George Cables, Toninho Horta, Jay Clayton, Don Friedman e nel frattempo suona con i più importanti musicisti italiani. Nel corso della sua carriera ha registrato oltre 100 dischi e svolto più di mille concerti. Svolge un'intensa attività didattica in Italia e all'estero; dal 97 è docente nei Conservatori ai corsi di specializzazione Jazz. Ha pubblicato il metodo "Enciclopedia Comparata degli Accordi e delle Scale" in collaborazione con Franco D'Andrea, il "Corso di Educazione all'Orecchio Musicale" con R. Cipelli,il "Metodo pratico per l'Improvvisazione" con M. Colombo e " Walkin' bass".  Nel 2001 ha scritto e coordinato la sezione Teoria e Armonia di un corso multimediale edito dalla collana CPM.  È stato eletto "miglior contrabbassista italiano" nel referendum indetto dalla rivista "Guitar Club" nel 1992.