News

mercoledì 11 aprile 2018
Edoardo Catemario in concerto a Teramo per la Riccitelli

È con uno tra i chitarristi più famosi al mondo il nuovo appuntamento della Stagione concertistica della Riccitelli. Edoardo Catemario sarà in concerto a Teramo sabato 14 aprile, Sala Polifunzionale della Provincia alle ore 18.
Chitarrista estremamente versatile, capace di passare con naturale disinvoltura dal periodo romantico su strumenti originali a quello barocco, al Novecento storico alla musica contemporanea e d’avanguardia, Catemario ha un repertorio che include una enorme quantità di pezzi solistici, la quasi totalità da camera e 42 concerti per chitarra ed orchestra, oltre a numerosi primi premi in concorsi nazionali e internazionali, tra cui il prestigiosissimo “Andres Segovia” 1991 di Almuñecar (Granada) e Alessandria nel 1992. Si esibisce regolarmente in concerti, trasmissioni radiofoniche e televisive, TVE2 (Spagna), RTF3 (Francia), RAI1 e RAI3 (Italia) e nei maggiori festival di musica da camera in Austria, Germania, Francia, Belgio, Italia, Spagna, Grecia, Repubblica Ceca, Polonia, Stati Uniti, Sud America e Regno Unito. Moltissime le composizioni a lui dedicate ed eseguite in prima assoluta. Solista ospite di grandi orchestre ed ugualmente impegnato in intensa attività cameristica, incide per: DECCA, ARTS Music e Koch Schwann, vincendo numerosi premi della critica: Cinque stelle di “Musica”, Scelta del mese di CD Classica, Scelta dell’editore di Guitart, Joker di Crescendo. Nel 2004 la sua incisione del Concerto n.1 di Giuliani è stata allegata al BBC Music Magazine. Ha tenuto Master Classes in Germania, Francia, Spagna, Italia, USA, Regno Unito, Australia ed Austria. Ha collaborato con il Mozarteum di Salisburgo e con La Royal Academy di Londra dove viene regolarmente invitato. E’ stato titolare della cattedra di perfezionamento ed interpretazione al “Conservatoire International de Paris” dal 1995 al 2001.
Il programma per il concerto teramano, molto ricco e particolarmente articolato, prevede l’esecuzione di Gnossienne n.1 e Gymnopedie di Satie, Prelude BWV 999 e Fuga BWV 1000 di J. S. Bach, Nocturne op. 9 n. 1 e Vals op. 64 n. 2 di Chopin, Lagrima, Adelita, Maria, Marieta di Tarrega, Villa-Lobos con gli Studi n.7 e n.4 e il Preludio n.1, la Gran Sonata in la maggiore di Niccolò Paganini.