News

lunedì 2 aprile 2018
Il Sestetto Stradivari dell’Accademia di Santa Cecilia e Andrea Bacchetti in concerto per la Riccitelli

Un concerto da non perdere, quello di martedì 2 aprile con il pianista Andrea Bacchetti e il Sestetto Stradivari dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Aula Magna del Convitto Nazionale “M. Delfico” alle ore 21, per la Stagione della Riccitelli. In programma, il Concerto n.1 op. 15 in do maggiore di L. van Beethoven e Verklarte Nacht op. 4 di A. Schonberg, un programma impegnativo e appassionante che soddiferà le aspettative e le esigenze del pubblico di intenditori e appassionati che non vorranno perdere l’evento.
Affiatamento, coesione, passione, queste le caratteristiche peculiari del Sestetto Stradivari dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, invitato regolarmente  dalle più prestigiose associazioni internazionali in Europa e nel mondo.
Nato nel 1977, Andrea Bacchetti debutta a 11 anni a Milano nella Sala Verdi con i Solisti Veneti.
Da allora suona regolarmente in Festival Internazionali - Lucerna, Salisburgo, Belgrado, Santander, Tolosa, Lugano, Sapporo, Brescia e Bergamo, Roma, La Roqued'Anteron (Radio France), Milano, La Coruña, Pesaro, Ravello, Santiago de Compostela, Varsavia, Parigi, Spoleto.
In Italia è ospite delle maggiori orchestre ed enti lirici e di tutte le più importanti associazioni concertistiche. All'estero ha lavorato con numerose orchestre, con direttori come Bellugi, Guidarini, Venzago, Luisi, Zedda, Manacorda, Panni, Burybayev, Pehlivanian, Gullberg Jensen, Nanut, Lü-Ja, Justus Frantz, Baumgartner, Valdes, Renes, Bender, Bisanti, Ceccato, Chung - solo per citarne alcuni. Incide in esclusiva per Sony Classical. Si dedica con passione alla musica da camera con partner come Filippini, Larrieu, il Prazak Quartet, Uto Ughi, Quatour Ysaye, Quartetto di Cremona, Quartetto d'Archi della Scala. Nelle ultime stagioni ha tenuto concerti in Spagna, Messico, Cuba, Corea, Lussemburgo, Svizzera, Polonia, Belgio, Russia, Giappone e in quella in corso sono previste tournèe in Sud America e Libano oltre che concerti con Y. Bashmet e i Solisti di Mosca e con la OSI di Lugano.